F2i. Passo avanti per il fund raising del Secondo Fondo

La gestione del nuovo Amministratore Delegato, Renato Ravanelli, si apre con la recente sottoscrizione di ulteriori 20 milioni di euro nel Secondo Fondo F2i.

Se il buongiorno si vede dal mattino, il riservato Renato Ravanelli parte bene, con una dote di 20 milioni”. Si apre così un articolo pubblicato oggi da CorriereEconomia – inserto economico-finanziario settimanale del Corriere della Sera – in cui la giornalista Alessandra Puato descrive un ritratto del nuovo Amministratore Delegato di F2i – Fondi italiani per le infrastrutture, Renato Ravanelli, che ha sostituito il dimissionario Vito Gamberale, e ripercorre alcuni dei risultati conseguiti da F2i, il più grande fondo infrastrutturale d’Italia e uno dei principali fondi dedicati ad investimenti nelle infrastrutture di un solo Paese.  Nell’articolo, oltre a essere annoverate alcune delle principali esperienze del top manager, si fa riferimento alla recente sottoscrizione di ulteriori 20 milioni di euro nel Secondo Fondo F2i, la cui raccolta si attesta attualmente a 775 milioni di euro.

Ravanelli, si ricorda nel pezzo, viene da un’esperienza in A2a, di cui è stato dal 2008 al 2014 Direttore Generale, ed è stato “l’uomo che nel ’98 portò in Borsa Aem, azienda dell’energia milanese di cui era direttore finanziario”. Lo scorso 21 ottobre, Renato Ravanelli è stato cooptato e nominato Amministratore Delegato di F2i. “Ravanelli dovrà ampliarne il perimetro su due direttrici: aggregazioni ed efficienza”, si legge nell’articolo.

F2i è una Società di Gestione del Risparmio che, attraverso due Fondi (Primo Fondo F2i e Secondo Fondo F2i) ha raccolto complessivamente 2.625 milioni di euro, investendone 2.075 nelle infrastrutture del Paese. Dalla sua costituzione, nel 2007, con l’impegno di importanti Investitori quali la Cassa Depositi e Prestiti, Unicredit, Intesa Sanpaolo, Ardian, Fondazioni Bancarie, Assicurazioni e Casse di Previdenza, F2i è stata protagonista di processi di aggregazione e consolidamento che hanno dato vita a filiere di settore in vari comparti infrastrutturali del Paese, tra cui i settori aeroportuale, della distribuzione del gas, delle TLC e dei servizi idrici.

Per maggiori informazioni:

http://www.corriere.it/economia/finanza_e_risparmio/notizie/fondi-ravanelli-milanese-schivo-due-miliardi-spendere-5f58a4cc-64d2-11e4-8b92-e761213fe6b8.shtml

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...