Il secondo Bond di 2i Rete Gas vale ulteriori 540 milioni

Si è conclusa con pieno successo la seconda emissione obbligazionaria da parte di 2i Rete Gas, secondo operatore a livello nazionale nel settore della distribuzione del gas naturale per quota di mercato (17% cento circa). La società, guidata dall’Amministratore Delegato, Gianclaudio Neri, ha infatti collocato, lo scorso 21 novembre, un’emissione obbligazionaria per un valore complessivo di 540 milioni di euro, in attuazione del programma Euro Medium Term Notes da 3 miliardi di euro.

Si tratta di un’importante operazione di rifinanziamento, che ha fatto registrare la cedola più bassa mai prezzata da una corporate italiana (1,125%), per una domanda complessiva di circa 2 miliardi di euro. L’operazione, a tasso fisso e con scadenza al 2 gennaio 2020 ha uno spread di 80 punti sul tasso mid-swap.

Come riportato in una nota della società, le obbligazioni sono destinate ad investitori istituzionali europei e prevedono un taglio minimo di 100.000 euro.

Nel mese di luglio, 2i Rete Gas aveva già collocato una prima emissione obbligazionaria del valore di 1,350 miliardi di euro.

Grande soddisfazione per la recente operazione è stata espressa da Gianclaudio Neri . L’AD di 2i Rete Gas ha sottolineato il grande successo relativo al pricing, alla qualità e alla diversificazione geografica internazionale degli investitori. Neri ha inoltre ricordato che l’operazione “completa la razionalizzazione della struttura finanziaria a distanza di soli quattro mesi dall’operazione di debutto sui mercati regolamentati di 1,350 miliardi di Euro, rafforzando così il ruolo di primario aggregatore nell’imminente processo di svolgimento delle gare d’ambito”. Secondo il vertice di 2i rete Gas, infine, vi è motivo di soddisfazione anche sul fronte operativo. La società prevede infatti di chiudere l’anno in corso con risultati superiori alle aspettative.

È possibile consultare il comunicato stampa ufficiale di 2i Rete Gas al seguente collegamento:

2iretegas.it/wp-content/uploads/2014/11/Comunicato-stampa-2iRG-21-novembre-2014.pdf

Annunci