F2i: la controllata Irideos sceglie il supporto di Sirti

Irideos, il nuovo polo italiano ICT dedicato alle aziende e alla Pubblica Amministrazione, ha scelto Sirti a supporto dell’infrastruttura tecnologica su tutto il territorio nazionale. L’accordo di manutenzione è pluriennale e comprende l’intera rete. Viene così consolidato il rapporto di collaborazione con Infracom Italia ed esteso anche alle altre aziende facenti parte di Irideos: MC-link e KPNQwest. Sirti provvederà alla manutenzione della rete in fibra ottica e della completa infrastruttura tecnologica di Irideos, con l’obiettivo di garantire massime prestazioni e servizi all’avanguardia. La rete di Irideos percorre le autostrade italiane per 15.000 chilometri e ha oltre 2.100 punti di accesso, dando così la possibilità a intere zone industriali di sfruttare i servizi a banda ultra larga, in procinto di essere ulteriormente potenziati grazie agli investimenti previsti. Irideos è una società partecipata all’80% da F2i, guidata da Renato Ravanelli, e al 20% dal fondo europeo Marguerite. “Questa rete in fibra” commenta Sandro Falleni, Direttore Tecnologie e Sistemi di Irideos, “insieme ai dieci data center a Milano, Roma, Trento e Verona, e alla sala Avalon, il più grande punto di interscambio privato in Italia all’interno del campus milanese di Caldera, costituisce una piattaforma tecnologica distintiva, attraverso la quale Irideos supporta lo sviluppo e la competitività delle aziende con soluzioni abilitanti che coniugano cloud, data center, fibra ottica, sicurezza e innovazione”. L’obiettivo di Renato Ravanelli e F2i è quello di realizzare, grazie a Irideos, le infrastrutture ICT del futuro, incentivando così la competitività delle aziende e facendo leva sulla piattaforma tecnologica che integra i 10 data center e la rete in fibra ottica.

Per maggiori informazioni:

https://www.corrierecomunicazioni.it/telco/tecnologie-sirti-per-la-rete-di-irideos/

Annunci